Cibo a domicilio

I siti web di consegna del cibo a domicilio come Foodora, Glovo, Uber Eats e il più vecchio Justeat si sono moltiplicati negli ultimi pochi anni e sta arrivando anche il supermercato a domicilio così come l’assistenza ai lavori domestici.

Questi servizi almeno a Milano sono molto pubblicizzati e usati

Sicuramente è un impiego che solo 5 o 6 anni fa non esisteva ma siamo certi che il proliferare di questo genere di servizi sia una cosa sana?

Qui non guardo alla parte contrattuale ma al fatto che le abitudini si stanno trasformando e mi chiedo cosa porti tanti milanesi all’utilizzo di questi servizi piuttosto che scendere e comprare direttamente il cibo da asporto o andare al supermercato e scegliere i prodotti.

Sicuramente c’è una questione di comodità nel caso si abbiano ospiti ma è solo quello?

Quanto incide il fattore tempo che sfugge sempre di più in un mondo connesso e maggiormente tecnologico che in passato?

Qualcosa mi sfugge per capire a fondo questo fenomeno ma ho la sensazione che questi strani servizi alla persona siano il segnale che qualcosa di grave che non so ben identificare e definire è in corso e quanto è perso non si potrà più recuperare in questo mondo che cerca maggior velocità, potenza e profitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.