Mendicanti con smartphone

“Una telefonata ti allunga la vita”, così diceva la vecchi pubblicità della SIP tra anni 80 e 90.
Oggi non c’è più il condannato nella legione straniera che chiama lontani amici da un telefono fisso ma davanti a a moltissimi bar di Milano troviamo il ragazzo immigrato che chiede la monetina data come resto. Quelli che vedo io almeno sono tutti giovani e in salute e con lo smartphone nascosto nel cappello telefonano. La proprietà di un cellulare non la si nega a nessuno ci mancherebbe ma chi è senza soldi come può permettersi il lusso di acquistare un telefono? Tu immigrato davanti ai bar impietosisci con il tuo sguardo chi esce dal locale dopo un caffè e quei soldi  raccolti con ore si appostamento li butti via in un oggetto così futile?
L’immigrazione sana va bene ma le prese per il culo no. E un immigrato che chiede l’elemosina ma telefona con uno smartphone è una grande presa in giro per tutte quelle persone che gli offrono il loro resto o un caffè.

Windows 10

Da quando Microsoft ha abbandonato WinXP ho avuto sempre un po’ di difficoltà ad accettare la nuova veste grafica dei sitemi operativi successivi.
Non capisco la scelta di creare con Win Vista dapprima un menù avvio così ristretto invece di mantenere quello classico che si espande su tutto lo schermo, un pannello di controllo impostato a righe dopo anni di abitudine nell’uso alfabetico colonnare e tasti aggiuntivi dalla dubbia utilità ma che occupavano più spazio nella finestra di esplora risorse nonchè 20GB occupati su disco.
Win7 ha eliminato totalmente la possibilità di usare il menù di avvio classico lasciando solo quello ristretto che scorre verso il basso.
Win8 è stata una involuzione piuttosto che una rivoluzione. Niente pulsante start, un menù che è più semplice usare digitando le lettere dei programmi da caricare invece del mouse e una immensa incompatibilità con i programmi che una persona usava normalmente.
Win10 la devastazione di una esplosione ad ogni aggiornamento. Già perchè ora Windows è un servizio non un programma. Ancora più incompatibilità dei programmi, un menù avvio che si espande sul desktop con informazioni inutili, due pannelli di controllo con impostazioni duplicate e lo store Microsoft che comanda tutte quelle applicazioni che prima erano banali .exe e ora sono invece protocolli come la calcolatrice.
Con Windows negli ultimi 10 anni abbiamo assistito alla complicazione dell’informatica ad un peggiore utilizzo delle risorse hw e a un crollo dell’esperienza utente.
Strano a me aveveno insegnato tutto
l’opposto: che i miei prof avessero torto?
E tutti ad adottare il nuovo Windows di turno con entusiasmo.

Governo Lega-M5S

E per fortuna il governo alla fine l’hanno fatto scongiurando, per ora, un nuovo ricorso alle urne in tempi brevi.
Voto di rottura e di protesta verso chi ha governato per decenni.
Quello che mi aspetto da questa protesta:
Lavoro
Stop dell’Italia a 2 velocità. Il lavoro lo si crea in tutta la penisola, non è logico che le persone per lavorare debbano trasferirsi di 500/1000 km e buttare lo stipendio in affitto.
E’ necessario anche invogliare le persone giovani e abili a trovare lavoro soprattutto tra gli immigrati e quelle etnie che fanno del mendicare la loro ragione di vita.
Scuola
Forse sarebbe il caso di rivedere un po’ i programmi di studio dalle scuole primarie alle superiori, in modo da approfondire bene lo sviluppo della società dal 1900 in avanti e inserire nuovamente materie come l’educazione civica.
Fisco ed economia
– Ogni partita iva od esercente ha l’obbligo di accettare tutti i pagamenti con moneta elettronica che è gratuita anche per importi infinitesimi.
– Chi è in difetto con il fisco paga le multe per intero
– Tasse, forse prima di eliminarle potrebbe essere buona cosa eliminare gli sprechi
Giustizia
– Chi è pregiudicato esce dalle istituzioni e da incarichi dirigenziali nei pubblici uffici
– Lotta alla corruzione.
– Pene certe e processi in tempi giusti senza la spada di damocle della prescrizione per i processi in corso.
Forze dell’ordine
– Premetto che non capisco cosa possa servire nel 2018 un esercito, una marina e un’aeronautica militare ma a tutte queste persone possono essere affidati impegni di ordine pubblico come normale forze dell’ordine per evitare quei piccoli atti di criminalità come scippi o aggressione.

Senza contare la promessa di togliere i famigerati rimborsi elettorali da anni cavallo di battaglia del M5S.

La barzelletta della politica

Sono passati 3 mesi dalle elezioni politiche vinte da  due partiti di rottura rispetto alla tradizione.
Una risultato però che nemmeno loro forse si sarebbero aspettati, tale da doversi mettere d’accordo per creare un governo.
E dopo 3 mesi appunto ancora nulla è stato deciso e già c’è l’ipotesi che si torni presto alle elezioni perché Lega e M5S non sono in grado di mettersi d’accordo su chi mettere su quale sedia.

Non badano loro al fatto che le elezioni hanno un costo in euro e questi soldi alla fine li spende l’Italia, che sono soldi tolti ad altre iniziative pubbliche e che anche il tempo perso per mettersi d’accordo alla fine ha un costo.

Quello che ogni volta riscontro nei passaggi strategici è sempre la dimostrazione dell’ignoranza della nostra classe politica: strane alleanze per avere o mantenere il potere nonché banali minacce e fischi verso chi invece vuole portare i politici verso la ragione per fare bene le cose.

Numeri di assistenza

Molti numeri di assitenza tecnica e call center li considero comunque a  pagamento per l’utente nonostante sia dichiarato gratuito dalla compagnia. Rientrano in questa categoria ad esempio i call center delle compagnie telefoniche (non mi riferisco ai numeri 130,133,187) che dichiarano la gratuità del servizio dalla rete mobile solo se si è clienti. Mi sembra una strana forma di fidelizzazione dato che il maggior costo lo subisce l’utente ma non rappresenta
un’entrata economica per quell’azienda.
Non so se l’argomento sia mai stato affrontato in aede legislativa o dalle unioni dei consumatori e le decisioni prese in merito ma la risoluzione della questione potrebbe essere un vantaggio per una maggiore concorrenza e trasparenza tra aziende di servizi e consumatori.